Semplicemente il migliore

01/07/2010 § 1 Commento

La carcassa di un fuoristrada.
E’ quello che pensai la prima volta che lo vidi. Invece questo rottame è un Portaro, una specie di Land Rover portoghese degli anni settanta perfettamente funzionante. Il problema è che il fuoristrada cadde dal camion che lo trasportava e la carrozzeria ora è completamente sbilenca. Il motore sembra buttato lì a caso, sbucando completamente fuori dal profilo del cofano, peraltro mancante così come la portiera sinistra.
Ma è dai dettagli che si riconosce la classe: vogliate notare che la base della cabina è completamente staccata dal cassone, per non parlare della canna di bambù che regge il tettuccio!

Non avendo la batteria, l’avviamento avviene lanciandosi giù per una discesa. La batteria, del resto, sarebbe un accessorio completamente inutile essendo il motorino d’avviamento rotto. Il rombo è quello di un aeroplano, non c’è nemmeno il parabrezza e la maniglia alla quale aggrapparsi è fatta nello stesso stile del resto della vettura, cioè mezza staccata. Un veicolo decisamente sanguigno, un’auto d’altri tempi che regala vere emozioni, oltre ad avere una potenza insospettabile e la capacità di inerpicarsi come un ragno su per i dirupi più impervi senza perdere un colpo.

Equipaggiato con un motore Daihatsu 4 cilindri diesel di 2500 centimetri cubici, è la versione portoghese dell’ARO, un fuoristrada rumeno.
Venne prodotto negli anni ’70 e ’80 dalla FMAT (Fabrica de Máquinas Agrícolas do Tramagal).
C’è anche una pagina di un blog dedicata a lui http://rodasdeviriato.blogspot.com/search/label/Portaro

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag Portaro su Salti Mortali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: